Sede

Caffè Letterario

Piazza della Repubblica

Pontremoli (MS)

Telefono: +39.346.224.75.19

“Qual è lo spirito che ci anima? Qual è lo spirito che ha animato e anima i nostri incontri, rendendoli così umanamente pregnanti?
Da sempre, ci siamo preoccupati di mettere in primo piano l’uomo. Con quelle sue potenzialità di arricchimento che ne derivano, in quell’ansia – devo dire – tutta umana, di spingersi sempre un po’ più in là nella conoscenza, mentre avanziamo in questa bellissima cosa che è la vita.
L’uomo, quindi: con la sua grandeur, le sue sconfitte, le sue esperienze e con il suo enorme bagaglio di umanità.
C’è un bellissimo apoftegma di Eugenio Montale – non quello altissimo e inarrivabile di “Ossi di Seppia”, ma quello un po’ più tardo della “Satura” – che dice: ”Non si nasconde fuori dal mondo chi lo salva e non lo sa. E’ uno di noi, non dei migliori”.

Ufficio Stampa

Manuela Arrighi

indirizzo e-mail: ilsalottodeuropa@gmail.com

Sì, è cosi.
Spesso abbiamo incontrato persone che ci hanno cambiato la vita. Abbiamo incontrato uomini che ci hanno arricchito con una parola, con un gesto, con la difesa strenua di un’idea. Chi ci hanno aiutato a cambiare mentre tutto cambiava attorno a noi grazie a loro: uomini di cultura, di scienza, magistrati, artisti e uomini che si sono occupati di costume.
L’abbiamo fatto però, con molta attenzione, più che alle cose, al “come”: in modo soft, in punta di piedi, in modo confidenziale, che è poi nel costume della città di Pontremoli, ricca di cultura profonda, mai ostentata.

 Come arrivare

Pontremoli si trova in provincia di Massa e Carrara in Lunigiana, zona all’estremo nord della Toscana e racchiusa dall’Appennino, le Alpi Apuane e il Mar Ligure.
Incontri nel Salotto d’Europa si svolge in Piazza della Repubblica, la principale della cittadina.

L’abbiamo fatto qui, nel Medioevo, vera e propria “metropoli commerciale”, melting pot di cultura, crogiuolo di lingue, di razze, di monete, di scambi; lo abbiamo fatto in questa piazza che, nel passato, è stata davvero “Salotto d’Europa”. E lo abbiamo fatto in una piazza proprio per riscoprire quel senso dell’agorà, come nelle grandi stagioni della filosofia.
Si sa, le idee, come i sogni, non “pagano dogana”: non li puoi recingere, non li puoi trattenere nelle gabbie del tuo particolare.
Scappano via.
Sono di tutti, diventano degli altri, di tutti quelli che vorranno condividerne gli slanci, le euforie, i moti profondi.
Dream it, wish it, do it”.

Alfredo Bassioni

Ideatore di Incontri nel Salotto d’Europa

Avvertenze Legali

Un ringraziamento a RostaWebs per la gestione e la manutenzione del sito.

http://www.facebook.com/rostawebs

rostawebs@gmail.com